Sabato, 24 giugno 2017 - ORE:00:34

The Human Body Exhibition, incredibile successo anche in Italia


The Human Body Exhibition

The Human Body Exhibition

La mostra The Human Body Exhibition intende stupire, spiegare e istruire i visitatori illustrando la bellezza e la funzione del corpo umano.”

È Gunther Von Hagens l’anatomopatologo inventore della plastinazione, la particolare tecnica che sta alla base dell’incredibile mostra The Human Body. Questo procedimento rende possibile prevenire il decadimento e la decomposizione del corpo, facendo sì che i reperti organici divengano stabili e privi di odore – mantenendo comunque inalterata la loro sostanza.

Von Hagens

La tecnica della plastinazione

Questa tecnica è stata inventata e brevettata da Von Hagens alle porte degli anni ’70 e consiste essenzialmente nella sostituzione dei liquidi presenti nei corpi con polimeri di silicone. La prima esposizione di corpi plastinati ha avuto luogo nel 1995 a Tokyo e prese il nome ‘Body World’; essa è stata seguita da moltissime altre in tutti i continenti. I corpi vengono plastinati in pose particolari: a volte vengono posizionati in modo da ricostruire opere d’arte di fama mondiale, in altri casi invece questi sono collocati in maniera tale da rappresentare gesti atletici. La postura dei corpi può anche avere mero scopo didattico: si cerca di mostrare in maniera efficace gli apparati e gli organi presenti nel complesso corpo umano.

The Human Body Exhibition2L’aspetto ritenuto controverso

Dato che le mostre in questione espongono porzioni ed esemplari ‘veri’ si può solo supporre la mole di controversie che, a livello mondiale, l’opera di Von Hagens ha originato. Com’è facile immaginare, tali dibattiti hanno visto in primo piano la presenza di rappresentanti religiosi, soprattutto cattolici, ma non di rado anche ebrei; queste numerose controversie riguardano per la maggior parte il diritto di manipolare un corpo privo di vita e, per lo più, esporlo pubblicamente. Molte diocesi, soprattutto americane e canadesi, hanno a lungo dibattuto sulla questione della stessa visione dei resti umani, seppur plastinati, da parte dei bambini; è stata dunque discussa la compatibilità di tali esposizioni con la stessa fede cattolica, senza però riuscire a  stabilire delle norme precise.

Ancora, le mostre di Von Hagens sono state accusate di riprodurre e perpetuare stereotipi di genere mediante la rappresentazione dei corpi maschili come assolutamente virili e di quelli femminili come passivi e con valenza quasi esclusivamente riproduttiva.

È comunque da notare che i corpi plastinati ed esposti provengono tutti da legali donazioni: si tratta dunque di individui consenzienti che scelgono con consapevolezza di donare il proprio alla scienza della plastinazione. A conti fatti, oggigiorno sono quasi 10000 le persone che si sono impegnate a donare il proprio corpo all’Istituto per la Plastinazione di Heidelberg (Germania).

The Human Body Exhibition3L’esibizione in Italia

Nel caso del capoluogo piemontese, la mostra – che prende il nome di The Human Body Exhibition – ha carattere evidentemente didascalico: il percorso espositivo è un insieme di sale tematiche all’interno delle quali vengono tridimensionalmente illustrate le varie parti che compongono la complessa macchina umana. Si tratta di nove diverse sezioni di cui una prettamente introduttiva, alcune dedicate invece ai vari apparati del corpo (da quello muscolo-scheletrico a quello riproduttivo-urinario); infine, vi è una sezione dedicata alla vita fetale e un’altra che mostra i vantaggi di una vita volta al benessere corporeo. La mostra consta di duecento differenti esemplari di corpi completi esposti e di svariate parti isolate che mostrano i ciascun apparato.

L’esposizione – iniziata a fine settembre del 2012 – sarebbe dovuta terminare il 13 gennaio 2013, ma grazie alla grandiosa affluenza di visitatori è stata prorogata sino al 7 aprile. The Body Exhibition ha luogo presso il Palaolimpico torinese ed è un evento patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Torino.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 49 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.