Giovedi, 29 giugno 2017 - ORE:11:04

Muore Michael Hastings, il giornalista che fece dimettere un generale


Micheal Hastings

Los Angeles- E’ morto due giorni fa in un incidente automobilistico Michael Hastings, giornalista statunitense pluripremiato, a soli trentatré anni.
A dare la notizia Rolling Stones, il magazine con cui collaborava e che nel 2010 pubblicò “The Runaway General” (il Generale Fuori Controllo) , l’intervista-scandalo che costò la carriera al generale  Stanley McChrystal e consacrò Hastings nell’olimpo del giornalismo investigativo.

L’intervista scandalo al Generale McChrystal

Nell’intervista McChrystal, allora comandante in capo delle forze statunitensi in Afghanistan, criticava apertamente le strategie dei suoi comandanti civili della Casa Bianca. Richiamato a Washington dal presidente Obama il generale fu costretto alle dimissioni. Per quell’articolo l’appena trentenne Michael fu nominato fra i finalisti dell’ambitissimo National Magazine Award e vinse il Polk Award For Magazine Reporting.

Michael Hastings condusse inchieste, reportage e interviste in condizioni di pericolo e con personaggi incredibilmente difficili da reperire

Michael Hastings fu inviato all’estero per Newsweek, raccontò senza censure gli orrori della guerra in Iraq, orrori che sperimentò sulla sua pelle quando nel 2007, a Baghdad, vide saltare in aria davanti ai suoi occhi l’auto su cui viaggiava la sua fidanzata, aiuto reporter.
assangeLa sua eredità di inchieste e reportage – sulle pratiche illecite dell’esercito, sugli abusi di potere, sui prigionieri di guerra, e chi ne ha più ne metta – appare tanto più strabiliante se si pensa alla sua giovane età, per non parlare delle interviste esclusive- inclusa quella con il fondatore di WikiLeaks Julian Assange direttamente dal suo nascondiglio nella campagna inglese.

La morte improvvisa di  Michael Hastings non ci priva però dei suoi grandi insegnamenti

A poche ore dalla scomparsa, gli anchorman statunitensi – perfino quelli che ne avevano sempre criticato il modus operandi non proprio ortodosso- lo riconoscono come ‘…ambizioso, critico nei confronti del potere e della morale comune e incredibilmente coraggioso’ per usare le parole di Ben Smith, direttore del sito per cui Hastings lavorava, BuzzWeed.
Un giornalista dalla fortissima personalità , in grado di trascinare il pubblico, appassionato, irruento, sempre in conflitto con i pezzi da novanta della politica, della finanza, ma anche del giornalismo e dell’editoria: aveva sempre in mano una storia che qualcun altro non avrebbe voluto pubblicare – memorabile il suo braccio di ferro con Philip Reines, braccio destro di Hilary Clinton, sugli attacchi di Bengazi.

La lezione più grande che Hastings lascia – ai lettori, ai colleghi, a chiunque faccia informazione- è il principio che ha guidato la sua breve e folgorante carriera: “Ricordatevi che lavorate per i vostri lettori, non per le vostre fonti.”
Parlando ai tanti giovani giornalisti che lo seguivano  della missione del giornalismo- perché tale era per Hasting il suo mestiere, una vocazione-  Hastings diceva:
Di fatto dovrete dedicare la vostra vita al giornalismo, se davvero volete fare questo mestiere. Scrivere e raccontare notizie deve piacervi davvero molto, deve importarvi più di ogni altra cosa nella vostra vita: famiglia, amici, vita sociale, eccetera. Imparate ad accettare il rifiuto e considerarlo parte del gioco. Continuate a scrivere, continuate a fare proposte, continuate a leggere.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 24 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.