Domenica, 20 agosto 2017 - ORE:06:04

Lucca Tattoo Expo 2015

lucca tattoo expo

lucca tattoo expo

Credits: anima en fuga

Al Lucca Tatto Expo possono andare tutti, anche chi non vuole farsi tatuare

“Lontanissima dal livello delle altre convention”. Questo era quanto si sentiva dire sul Lucca Tattoo Expo prima del suo inizio. Dettata dall’assenza di grandi nomi o molto più semplicemente dalla solita sfiducia in tutto ciò che di nuovo viene proposto quest’osservazione é stata smentita (in parte) dai fatti.

Sono stati infatti tre giorni all’insegna di quello che è il mondo del tatuaggio. Inutile dire che l’organizzazione è stata tutto tranne che perfetta, ma i margini di miglioramento sono importanti e potremmo trovarci tra qualche anno un evento di grande portata.

tattoo expo

Ma cosa ci si aspetta da un esposizione di questo tipo? È adatta a tutti o solo a coloro che vogliono tatuarsi? In poche parole, è solo roba da appassionati o da tatuatori? Decisamente no.

Difatti quello a cui ci troviamo di fronte è un vero e proprio “circo”, un viaggio introspettivo attraverso quello che è la storia del tatuaggio, e attraverso chi ne porta avanti la tradizione. Una serie di eventi, dai contest tra tatuatori o hip hop, gli spettacoli musicali, cartomanti e drag queen (qui il programma completo). Uno show dalle mille sfaccettature, costante e mai noioso.

Cosa migliorare del Tatto Expo

Sicuramente è necessario ribadire che il lavoro da fare in futuro sarà tanto a partire dal settore musicale, legato strettamente dal rock e dal rap al mondo tatuaggistico, che in questo caso è stato affidato al giovane NKO. Il batterista, come la manifestazione, può migliorare ancora tanto, ma assolutamente si è rivelato non essere in grado di gestire una situazione di questo tipo da solo, riproponendo la stessa musica ognuno dei tre giorni, senza mai presentare un lavoro preciso.

Sarebbe stato interessante far esibire diversi generi, magari un grande nome al sabato sera, in modo da attirare ancora più visitatori alla manifestazione. Unico lato totalmente positivo dell’organizzazione dello show è stata la presenza di un palco in una zona apposita, separata dai tatuatori che già nella precedente edizione avevano avuto problemi con il caos derivante dalla musica nella stessa zona.tattoo

lucca tatuaggi

I contest

Altro punto necessariamente da migliorare è l’organizzazione dei contest. Parlando con i partecipanti ci si rende conto che sono diverse le domande che si sono posti: In cosa consiste la categoria “pazzarello”? Perchè, sapendo che le categorie principali (realistico e traditional) avrebbero riscontrato molte piu partecipazioni, non proporre una competizione quotidiana?

Dilemmi che verranno risolti magari direttamente dalle prossime edizioni. A far contenti i tatuatori sono stati invece la netta distinzione che si è fatta tra gli stand degli artisti stessi e quelli dei cartomanti o degli accessori, mettendo al centro il tattoo, dato che appunto di un esposizione di quel tipo si trattava, e il mancato accesso a tutti gli animali, per una naturale questione igienica e per i possibili problemi che ne sarebbero derivati.

Le nostre conclusione sono positive!

In conclusione cosa dire di Lucca Tattoo Expo 2015? Si può dire che è un inizio, un punto di partenza per qualcosa che potrebbe rivelarsi una risorsa. Si può dire che, sapendo che si tratta di due mondi e due eventi diametralmente opposti, l’Expo ricorda un po i primi Lucca Comics. Si può dire che l’importanza di questa manifestazione la daranno gli anni, ma in ogni caso, tanto di cappello agli organizzatori, che hanno creato qualcosa di diverso in una città decisamente slow, qualcosa che sta diventando ricorrenza, qualcosa di assolutamente rilevante.

lucca tattoo expo



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 49 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.