Lunedi, 21 agosto 2017 - ORE:06:44

Carmen al Teatro Rossi: un’inedita versione dell’opera di Bizet sul palco dello storico teatro riaperto


il-teatro-rossi-aperto-di-pisa-nuove-interfer-L-bDaJtO

L’opera di Bizet all’epoca non ebbe vita facile

ll pubblico fu piuttosto freddo, la critica la stroncò in pieno. Una storia troppo scandalosa, quella di una zingara che seduce un sergente, che mal s’addiceva all’atmosfera frivola dell’Opèra-Comique, per non parlare poi del finale di sangue. Bizet morì tre mesi dopo, ma le note della Carmen rimasero immortali, sopratutto quell’habanera che tanto aveva indispettito le signore del pubblico, senza che il loro compositore potesse mai vederne la fortuna.

CARMENLa Carmen al Teatro Rossi di Pisa

Dei tantissimi riadattamenti più o meno celebri che il suo libretto ha avuto, l’ultimo andrà in scena venerdì 5 aprile, ore 21:30, al Teatro Rossi di Pisa: una moderna rivisitazione di Karl Brochoire, con Emiliana Provenzale nel ruolo nella bella zingara. 
Francese di nascita e senese d’adozione, Brochoire è docente di corsi di Avviamento Teatrale a Siena, dove ha debuttato la sua Carmen; nella sua versione la passione fra l’indomabile Carmen e il sergente Don Josè si consumerà in Italia: anziché “Presso i bastioni di Siviglia” Carmen canterà sotto le mura di Napoli al tempo della dominazione francese. Del resto, già Emma Dante, che aveva curato nel 2004 l’allestimento della Carmen alla Scala di Milano l’aveva trasportata nel Meridione d’Italia, in una Siviglia che strizzava platealmente l’occhio alla Sicilia.
Uno spettacolo che si preannuncia originale e che ben si adatta al palcoscenico che la ospiterà: il Teatro Rossi Aperto, anzi, ri-aperto l’anno scorso da un gruppo di studenti e lavoratori del mondo dello spettacolo, che, per sottrarre un gioiello storico al degrado, lo scorso 27 settembre hanno aperto non solo il sipario, ma anche porte e finestre, per fare entrare una ventata d’entusiasmo nel vecchio teatro abbandonato e trasformarlo in un crocevia di persone e idee.

La storia del Teatro Rossi Aperto

Costruito nel 1771 in pieno centro storico (si trova infatti all’ingresso di Piazza Carrara) e dedicato all’attore livornese Ernesto Rossi, dopo nemmeno un secolo di vita comincia il suo declino, con l’inaugurazione del Teatro Verdi nel 1867 che gli sottrae il primato di centro culturale della città, e lo ‘declassa’ a teatro destinato ai generi ‘leggeri’ come l’operetta e l’avanspettacolo. Nel corso del Novecento ospiterà di tutto al suo interno, dalla federazione fascista a incontri di pugilato, dalle conferenze politiche a una sala cinematografica, scellerato tentativo di riciclo che comporterà la distruzione di parte degli ambienti settecenteschi.
Un intervento della Sovraintendenza dell’Arte nel ’32 lo salvò dalla demolizione, ma una serie di devastanti interventi nel corso del tempo ne deturperanno le sale interne; poco ci mancò che venisse adibito a ‘mensa e uffici per il personale’ dell’adiacente Cassa di Risparmio!

teatro-rossiTeatro-Rossi-Pisa-ph-Mau-Orso-Rosso-Amendola

Uno storico teatro salvato in extremis dai volontari

Oggi, salvato in extremis dal lavoro dei volontari, propone un’interessante e variegata stagione e riapre le sue porte al pubblico per mostrare che “dietro le mura fatiscenti c’è un teatro pieno di vita e di bellezza”, come dice Leonardo Lami, studente universitario che ha realizzato un video proprio con l’intenzione di mostrare i tesori nascosti del Rossi, gli affreschi, gli archi, il palco, le balconate settecentesche.
E su quel palco, in una cornice così suggestiva, aspettiamo che si compia di nuovo la magia del teatro e che Carmen canti di nuovo l’aria immortale della sua habanera.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 46 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.